The Manzoni: il luogo dove si sperimenta cibo e design

A POCHI PASSI DALLA SCALA DI MILANO, AL CIVICO 5 DI VIA MANZONI, HA DI RECENTE INAUGURATO THE MANZONI: RISTORANTE, SHOWROOM E QUARTIER GENERALE ITALIANO DEL BRAND INGLESE TOM DIXON.

IL RISTORANTE CONTA IN TUTTO 100 POSTI A SEDERE, AL SUO INTERNO CI ACCOGLIE UN LOUNGE BAR, LA DINING ROOM E UNO SPAZIO ADIBITO AD ESPOSIZIONE DEI PRODOTTI: SEDIE, TAVOLI, POLTRONCINE, LAMPADE, ACCESSORI

Un ambiente poliedrico in cui si incontrano cucina e design e dove le persone potranno sperimentare i prodotti del brand durante momenti conviviali e di relax.

Tutti gli arredi del ristorante sono infatti firmati Tom Dixon, e l’obiettivo è quello di presentare le nuove collezioni, in un contesto sociale e vivo.

 Risultati immagini per the manzoni

Lo spazio è stato inaugurato durante l’ultima design week milanese e sarà aperto a pieno ritmo dalla metà di giugno.

Abbiamo conosciuto Simone Piccolo, General Manager del brand, proprio durante la settimana del mobile, e tra una chiacchierata e l’altra ci siamo ritrovati seduti con lui al grande tavolo in cork del ristorante.

Da qui è nata l’idea di intervistarlo per scoprire qualcosa di più di questo progetto, e del suo lavoro in Tom Dixon.

Foto: Da sinistra il designer Tom Dixon, fondatore del marchio, e Simone Piccolo, General Manager Tom Dixon per l'Europa Meridionale, il Medio Oriente e l'Africa. 

 

D: Ciao Simone, sei arrivato da poco a Milano e in Tom Dixon, design brand con base a Londra. A proposito, Milano-Londra: se fosse una partita di calcio quale sarebbe il risultato?

R: Ciao Stefania, Londra rimane un pezzo “di casa” ed e’ sempre una bomba di energia creativa. Non c’e’ reale competizione ovviamente, ma Milano – e qui esce la mia italianita’ – e’ uscita da tempo dalla sua fase difensiva e sta giocando sempre piu’ con convinzione in avanti, con stile. Partita intensa, secondo me si va al golden gol.

D: Ci racconti di cosa ti occupavi prima e qual è ora il tuo ruolo in Tom Dixon?

R: Mi sono sempre occupato di moda e design, ma da altre prospettive. Prima di Tom Dixon, dove mi occupo della amministrazione del marchio per il sud Europa, il Medio Oriente e l’Africa, lavoravo per Swarovski, a Zurigo, come product and marketing manager per la parte Home. Una grande scuola che mi ha permesso di avvicinarmi – finalmente - al mondo dell’interior design e a Tom Dixon, brand che ho sempre seguito con adorazione.

D: Ci descrivi il tuo ufficio?

R: Una meravigliosa installazione di lampade Copper e una vetrata che si affaccia sulla giungla-showroom, con un soffitto di vetro aperto verso il cielo milanese. Al di la dello showroom, riesco anche a vedere lo chef del The Manzoni che lavora in cucina con la sua squadra, completamente a vista…

D: Qual è il messaggio del vostro brand? A quale target vi rivolgete?

R: Il credo di Tom Dixon e’ fortemente legato all’innovazione continua e allo studio della materia, volti a creare oggetti e spazi straordinari ma al tempo stesso adatti ad un uso quotidiano. Il nostro e’ quindi un cliente attento e sensibile al design e al mondo dell’arte, in costante ricerca di nuovi stimoli e spunti estetici e che vuole circondarsi di oggetti con carattere attraverso i diversi momenti della giornata e gli spazi che vive: dalla pausa caffe’ al the’ pomeridiano, dalla cucina all’area living, fino alla stanza da bagno. E’ in realta’ un target molto ampio che, a tratti, coincide con quello dei clienti delle case di moda, e che quindi parla anche al mondo del fashion.

D: Qual è la zona in cui i prodotti Tom Dixon sono maggiormente richiesti?

R: Tom Dixon e’ fieramente britannico e gli inglesi, a loro volta, ne sono molto orgogliosi. Certamente quindi la zona EMEA, e nello specifico UK e il Nord Europa sono mercati molto importanti per noi, ma attraverso l’apertura del The Manzoni vogliamo far capire ai paesi del Mediterraneo e in particolare all’Italia che siamo presenti e vicini ai nostri partner e ai nostri clienti. Lo showroom di New York e’ certamente un hub fondamentale per il mercato statunitense. E poi ci sono Hong Kong e la Cina, piattaforme fondamentali per lo sviluppo del brand in Asia.

D: Tom sembra un capo attento e premuroso. L’ho osservato durante la Design week. Si aggirava tra i tavoli del ristorante e parlava coi suoi ospiti. Com’è lavorare con lui?

R: (rido) Esattamente cosi, come al ristorante. Entra in ufficio, si siede di fianco a te, ti porge domande molto precise sull’andamento del business, ci aggiunge sempre un elemento di humour e poi se ne va. E’ sempre presente e realmente appassionato – di musica, cucina, design, persone. Un grande stimolo.

D: Ora entriamo al The Manzoni. Ci sediamo insieme nei tavoli conviviali in cork. Atmosfera elegante ma friendly. Cosa ordiniamo? Mi consigli un piatto in particolare?

R: Ti consiglio le capesante alla carbonara, una fusione davvero sorprendente. Poi passa alla lasagnetta aperta, ovviamente tutto home made, dalla carne macinata alla besciamella. Poi chiuderei con la cheese cake scomposta…ma potremmo andare avanti per ore!

D: Chi è lo Chef del The Manzoni? Che tipo di cucina offre?

R: La cucina e’ italianissima, dai piatti alle materie prime, ma con quel twist che ci si aspetta da un ristorante firmato Tom Dixon. E se parli di italianita’, chi meglio di uno chef romano poteva rappresentare il nostro Paese? Si chiama Davide Figliolini, e’ giovanissimo (27 anni) ma ha gia’ un background di ristoranti stellati tra Italia, Spagna e, ovviamente Inghilterra. E insieme al suo staff, e a tutto il servizio di sala, ha davvero grande passione.

D: Quando si decide di portare sulla scena una nuova realtà è un po’ come si accettasse una sfida. Qual è la vostra?

R: Citando Tom, “niente e’ piu’ noioso di uno scaffale polveroso di un negozio”. La nostra sfida e’ dunque quella di creare uno spazio nuovo, che destabilizzi le logiche tradizionali del retail e che promuova la parte legata all’esperienza. Cibo, design e business si mescolano in una piattaforma attiva, in continuo cambiamento, dove il cliente puo’ fermarsi, passeggiare, bere un bicchiere di vino e, permettimelo, rompere quella barriera di serieta’ e di timore che spesso avvolge il mondo classico degli showroom. Sono certo che il The Manzoni sara’ presto un nome conosciuto a Milano e non solo…

Grazie Simone per aver chiacchierato con noi e per averci fatto conoscere questa bella realtà!

Invitiamo tutti a provare cucina e prodotti al The Manzoni!

 

Dove: The Manzoni, via Manzoni n. 5 Milano

Book a table: 02.89094348

Per saperne di più: www.themanzoni.com www.tomdixon.com